Stylophonic

Home / Stylophonic

Stylophonic

Suoni colorati, eclettismo, profilo internazionale: questo è Stefano Fontana in poche parole.
Dopo essersi fatto le ossa al Plastic di Milano – club di culto del circuito artistico italiano – Stefano ha sempre avuto una vera ossessione per quell’immaginario street a metà fra il turntablism, le funky B-lines, l’hip hop, la dance old school e tutto il mondo plastico correlato. Cresciuto a pane e groove, Stefano Fontana miscela e reinterpreta le scene musicali di Chicago, New York e Detroit, electro ,hip hop, house e tecno: partecipa al Dmc Freestyle Championship, impennando con la sua BMX e rischiando la vita sullo skateboard, ma soprattutto trae ispirazione da guru come Basement Jaxx, Underworld, Chemical Brothers, ma anche da grandi nomi dell’hip hop come Public Enemy, Ludacris, Timbaland e Neptunes.
In pochi anni, diventa uno dei producer italiani più caldi e la sua prima fatica sulla lunga distanza a nome Stylophonic viene licenziata a livello internazionale dalla Emi: l’album Man Music Technology è un crossover di hip hop, breaks e house, assolutamente internazionale da risultare quasi alieno per la realtà nazionale. I singoli estratti vanno in classifica in tutta Europa, l’album vede importanti featuring/remix (vedi alla voce Digital Underground, Kevin Saunderson, Chicken Lips, King Britt o Rob Mello) e il nome di Stefano viene accostato proprio ai grandi vecchi della dance, tanto da essere soprannominato il “Fatboy Slim italiano” per la medesima poliedricità e lo stesso caleidoscopio di suoni. Passando dai remix per Planet Funk, Dino Lenny e Crookers, si immerge nella co-produzione dell’album “Buon Sangue” di Jovanotti .
Stefano Fontana diventa uno dei nomi più richiesti del circuito clubbing internazionale: dall’Inghilterra a Ibiza, da Mykonos alla Francia, senza dimenticare i Magazzini Generali di Milano, la base da dove partono le sue sperimentazioni.
Allo stesso tempo, il Nostro rafforza la sua attività di music designer per brand come Adidas, MTV, Coca Cola, Dolce&Gabbana (con la collaborazione di Hype Williams) e Diesel, creando colonne sonore per fashion shows e partecipando a vari tour italiani. Tuttavia, nonostante la molteplicità degli impegni, Fontana riesce a creare le basi per il nuovo album di Stylophonic, Beatbox Show, da cui tra il singolo Baby Beatbox, remixato dai Crookers. Scelto per la campagna europea di D&G e incluso in numerose compilation, il singolo è un ulteriore passo in avanti nella shakedelia di electro, dance e funk. Prodotto dallo stesso Stefano e mixato dal sound engineer dei Leftfield, Beatbox Show è la maturazione del suono stylophonico: una colonna sonora futuristica tanto da ballo quanto da ascolto, variegata come gli altri suoi estratti, Pure Imagination, che subito entra in radio e nelle classifiche, o Dancefloor, ancora una volta legato ad uno spot per D&G, ancora diretto dal grande Hipe Williams (http://www.youtube.com/watch?v=68__UPXUEZc).
Nel 2008 Stefano Fontana è responsabile della musica per la nuova campagna D&G – sempre con Hype Williams – con la traccia RU experienced? ( HYPERLINK “http://www.youtube.com/watch?v=FEvjmFalNX4&feature=related” http://www.youtube.com/watch?v=FEvjmFalNX4&feature=related) e allo stesso tempo si toglie lo sfizio di remixare l’asso francese Martin Solveig e Franco Battiato e essere scelto da Nike – con artisti come LCD Soundsytem, Alex Neri e Tomboy – per il nuovo progetto Nike Plus. Inoltre, si occupa della musica per la nuova campagna di Citroen Oh My Gold con Naomi.
Sempre nel 2008 ha prodotto il disco di Bugo “Contatti” e quello di Meg “Psycodelice”.
Nell’ottobre del 2013 esce il nuovo progetto discografico di Stylophonic, “boom”che va subito al numero uno della classifica dei singoli ed album di Itunes “elettronica”
A giugno del 2014 esce il nuovo album “Jam the House”, il primo singolo “girlzzz” con il campione di Egyptian Lover è stato un anthem Estivo nei club House di tutto il mondo, l’album sta riscuotendo grande successo all’estero, raccogliendo consensi da personaggi del calibro di Fake Blood, Hervè, Stanton Warriors, Jaques Lu Cont – producer di Madonna – Todd Edwards (Daft Punk), Groove Armada e tanti altri artisti di fama internazionale.
A settembre è uscito “Buddy” con il campionamento della grande Nina Simone che ha bissato il successo di “Girlzzz”.
Stefano Fontana, ha inoltre partecipato come giudice insieme a Lele Sacchi e Albertino al talent show di Sky Top Dj , che verrà replicato anche quest’anno con la seconda edizione sempre su Sky1 HD.x
Nell’ultimo anno oltre a lavorare in numerosi eventi per molti brand come Ferrari, DSquared, OVS, Dolce & Gabbana, etcc ha prodotto @Basshit studio a New York il suo nuovo album come Stylophonic mixato dal grandissmo Dave Darlington(Master at work, Adeva, Sting, Ruffneck, Basement jaxx, technotronic, Bob Sinclair, C&C Music factory,etc,etc)
Parallelamente all’attività di DJ e produttore musicale (Stylophonic, Jovanotti, Franco Battiato, etc.), Stefano ha iniziato a collaborare con vari brand per cui gli veniva chiesta una consulenza musicale. Si è reso conto che più la musica che produceva e selezionava rispecchiava i valori del brand, più il marchio aveva una sua specifica identità musicale.
E quindi individua l’esigenza di mercato di offrire progetti e contenuti di comunicazione basati su un uso strategico della musica e del suono.
Nel 2010 viene fondata Sound Identity, la prima agenzia di Sound Branding in Italia. Stefano ed il suo team esplorano le connessione create dal suono a livello emotivo, mentale e comportamentale e di come queste possono essere implementate ed adoperate dai marchi nelle loro attività e touchpoints.
Durante gli ultimi due anni produce a New York il quinto Album di Stylophonic dal titolo “We Are” @basshit studio, mixato dal grande Dave Darlington, già ingegnere del suono di (Master at work, Adeva, Sting, Ruffneck, Basement jaxx, technotronic, Bob Sinclair, C&C Music factory,etc,etc).
Il disco uscirà per la label di Stefano “beat mansion records” distribuito da Universal music Group.